Milano celebra la giornata mondiale dell’alimentazione 2023

Al via la campagna social con vademecum e consigli per abitudini sane e sostenibili. E per bambini e bambine delle primarie l’adesivo della giornata con i personaggi di Milano Ristorazione

Milano, 15 ottobre 2023 – Si celebra domani, lunedì 16 ottobre, la Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2023 che quest’anno ha come tema e filo conduttore l’acqua, fondamentale per produrre cibo ed energia, risorsa necessaria in una dieta sana e bene comune da preservare, rispettare e non sprecare.
Scopo di questa giornata è ricordare a tutti e tutte l’impegno a garantire l’accesso universale al cibo sano e di qualità e all’acqua. Una priorità per le istituzioni internazionali e locali: Milano infatti dal 2015 – grazie alla Food Policy, la politica alimentare della città, realizzata in sinergia con Fondazione Cariplo – è in prima linea per concretizzare questo obiettivo con azioni e progetti che coinvolgono scuole, Università, Istituzioni, cittadini e cittadine, grandi e piccoli.

Per questa occasione l’Amministrazione propone a cittadini e cittadine milanesi un vademecum che raccoglie oltre 50 consigli per un’alimentazione sana e sostenibile che sarà diffuso a partire da domani con una campagna social del Comune di Milano. Ogni settimana, fino al 5 febbraio 2024 – data in cui si celebrerà, invece, la Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare – sulle pagine Facebook e X e sulla newsletter InformaMi saranno condivise buone pratiche per stare in salute prendendosi cura anche dell’ambiente.

Il vademecum “Milano Cambia Aria: 50 consigli per un’alimentazione sana e sostenibile” è stato realizzato dal Comune in collaborazione con Ats Milano Città Metropolitana – Team di Nutrizione Umana e Malattie Trasmesse da Alimenti (MTA) e lanciato durante il primo Forum del Cibo lo scorso maggio a Milano.
La promozione di corretti stili alimentari inizia fin da bambini ed è una delle attività principali portate avanti con Milano Ristorazione.

Per ricordare l’importanza di questa giornata ai più piccoli è stato quindi realizzato un adesivo che sarà distribuito nelle classi delle scuole primarie della città a tutti i bambini e le bambine. L’adesivo è stato prodotto nell’ambito del progetto europeo “Food Wave”, che vede il Comune di Milano impegnato insieme a numerose città europee e realtà internazionali e che ha tra i suoi obiettivi principali il coinvolgimento dei giovani nella riflessione collettiva sui temi della sostenibilità legata al cibo e alla possibilità di modificare le nostre abitudini, partendo da quelle alimentari, per contribuire alla riduzione delle emissioni climalteranti e alla mitigazione degli effetti negativi dei cambiamenti climatici che vediamo in atto.

“Il Forum del Cibo ha permesso all’Amministrazione di portare all’attenzione di tutta la città le cinque priorità che dal 2015 guidano le azioni della Food Policy di Milano: l’accesso per tutti e tutte al cibo sano e all’acqua, la sostenibilità del sistema alimentare, l’educazione alimentare per promuovere abitudini di vita e alimentazione sane, la lotta agli sprechi e la ricerca e innovazione in campo agroalimentare – spiega la Vicesindaco con delega alla Food Policy Anna Scavuzzo -. Con il progetto europeo Food Wave, e la comunità di giovani che nel tempo si è costituita intorno a esso, abbiamo inventato occasioni pubbliche e iniziative per promuovere il ruolo dei più giovani nella trasformazione in chiave sostenibile dei sistemi alimentari urbani. E i giovani parlano ai giovanissimi: nella Giornata Mondiale dell’Alimentazione, quindi, insieme ai ragazzi e alle ragazze di Food Wave ci rivolgiamo ai loro fratelli e sorelle minori, e distribuiamo nelle scuole primarie un piccolo adesivo che sarà lo spunto per parlare, magari anche in classe, del cibo sano, dell’importanza dell’acqua e delle corrette abitudini alimentari. Il vademecum potrà offrire l’occasione per riflettere sui propri comportamenti e recepire qualche suggerimento per migliorare le abitudini alimentari. Vogliamo crescere in salute e in armonia con il Pianeta e cambiando le nostre abitudini, anche a tavola, possiamo riuscirci. Salute, ambiente e inclusione sono le parole chiave per l’Amministrazione e per i partner con cui lavoriamo ogni giorno in città”.